fbpx

Osteopatia e fascite plantare

OSTEOPATIA E FASCITE PLANTARE

Emanuele Santinelli

By EMANUELE SANTINELLI

La Fascite plantare è un processo degenerativo cronico che causa dolore dolore sotto la pianta del piede e nella zona mediale del tallone.

La fascite plantare é generalmente curabile, questa condizione dolorosa presenta una natura degenerativa, piuttosto che infiammatoria; è una problematica del foglietto fasciale che ha funzione ammortizzante e che supporta l’arco del piede.

Lo spessore della fascia plantare è positivamente correlato alla severità del dolore al tallone; lo spessore della fascia a livello del tallone nel lato sintomatico era maggiore di circa il 50%.

L’ età, il diabete e l’obesità potrebbero essere caratteristiche contribuenti.

Opzioni di terapia manuale per la fascite plantare:

Strain-counterstrain  

La tecnica consiste nella manipolazione dei tessuti molli in cui lo specialista cerca di individuare e alleviare i tender point.

Stretching plantare

Stretching del tendine calcaneale

L’Osteopatia è utilissima per il trattamento della fascite plantare e in generale per il trattamento dei problemi del piede. Il successo terapeutico è statisticamente molto elevato.

VISUALE OSTEOPATICA

 

Le parti maggiormente coinvolte sono l’articolazione tibio-peroneale inferiore, che regola la fisiologia della flesso-estensione della caviglia, l’articolazione sotto astragalica, snodo centrale del retro piede, la coppia cuboide-scafoide e le disfunzioni delle ossa cuneiformi.

Queste disfunzioni possono essere corrette con opportune manovre osteopatiche mirate alle singole articolazioni del piede.

Molto spesso però il piede soffre per problemi localizzati a monte:

Il ginocchio è coinvolto con una certa frequenza, soprattutto per quanto riguarda le disfunzioni della testa del perone.

Quindi una disfunzione alta, per esempio sulla testa del perone (a livello del ginocchio), crea un problema diretto alla caviglia.

In questo caso l’Osteopata interviene riequilibrando il ginocchio e liberando indirettamente la caviglia.

Il bacino è frequentemente sede di disfunzioni che possono interessare il piede. Le disfunzioni dell’osso sacro e delle ossa iliache sono largamente responsabili di molti problemi del piede. Questo per la presenza di catene muscolo fasciali che trasmettono dette disfunzioni lungo tutto l’arto inferiore fino alle dita del piede.

In questo caso è necessario ripristinare una corretta meccanica a livello del bacino; quindi è necessario prendere in considerazione i gruppi muscolari intrinseci, i visceri (in particolare la vescica) e soprattutto le disfunzioni cranio sacrali che possono portare in disfunzione l’osso sacro con tutte le conseguenze a valle.

Le disfunzioni vertebrali, soprattutto del tratto lombare, possono creare disagi in discesa come anche disfunzioni del diaframma (il muscolo della respirazione) in virtù delle sue inserzioni lombari.

In ogni caso è necessario capire che i dolori sotto la pianta del piede, non sempre sono risolvibili solo con manovre dirette al piede.

Molto spesso è necessario estendere l’indagine a monte poiché spesso è da lì che partono le catene disfunzionali.

 

Se vuoi saperne di più sulle catene miofasciali clicca qui

Prova una seduta di Osteopatia

Puoi contattarmi su whatsapp usando il bottone verde in basso a destra oppure via mail o se preferisci con una telefonata.

WhatsApp chat